+++ CONTI BLOCCATI ANCHE ALLA LEGA NORD DI VERONA, #PATERNOSTER TENTANO DI SABOTARE UN PARTITO. ATTO IGNOBILE! MI RIVOLGERO’ ALLE AUTORITA’ COMPETENTI +++

A partire da ieri, giovedì 14 settembre, su indicazione della procura di Genova  blocco dei conti correnti della Lega Nord in sei diverse banche: Emilia-Romagna, Liguria, Trentino per arrivare oggi anche in Veneto e Lombardia.

“Conto bloccato anche per la Lega Nord di Verona, atto ignobile! Vogliono sabotarci!!”

A dichiararlo il Segretario Provinciale della Lega Nord di Verona, che proprio stamane recatosi all’Agenzia 9 di via Palladio per un controllo del conto, non ha potuto far altro che constatare il fatto.

“Ho chiesto con quale motivazione ma non mi è stata data risposta, ho richiesto di poter visionare perlomeno copia del provvedimento con la quale il Banco Popolare ci nega la disponibilità dei nostri fondi… Nessuna risposta”.

“Se pensano di spaventare o fermare la Lega Nord si sbagliano – aggiunge Paternoster che informa di aver fatto pervenire in banca all’attenzione del Direttore una richiesta scritta e formale in cui richiede di poter visionare il provvedimento.

“Ho reclamato, per  evitare qualsiasi conseguenza sia civile che penale, oltre che di visibilità pubblica, che mi venga immediatamente comunicato per iscritto il motivo per il quale il nostro conto corrente bancario risulta essere bloccato, se questo non dovesse arrivare in breve tempo– conclude Paternoster  – non esiteremo a segnalare a tutte le competenti Autorità tale omissione, denunciando l’accaduto”.

 

ORE 14.00 AD INTEGRAZIONE

Ad integrazione si informa che nel primo pomeriggio di oggi venerdì 15 settembre  il BANCO POPOLARE ha fornito i dati chiesti che
confermano che il sequestro e’ avvenuto a causa del provvedimento del  tribunale di Genova. La questione con tale istituto di credito è
quindi stata chiarita.